24 Gen

La connessione tra carie ed alimentazione

La carie dentaria è una malattia degenerativa dei tessuti duri del dente, che colpisce lo smalto, la dentina (sostanza compresa tra lo smalto, la radice e la polpa del dente) e il cemento (tessuto del paradonto che si trova esclusivamente nelle radici degli elementi dentali). L'origine della carie (dal latino caries, ovvero corrosione, putrefazione) è di origine batterica e si origina dalla superficie dentale giungendo fino in profondità ed intaccando la polpa dentale, originando un'infezione. La carie è una malattia molto diffusa e colpisce, almeno una volta nella vita, circa il novanta percento della popolazione mondiale. Come tutte le malattie non deve essere trascurata, in quanto può portare a conseguenze gravi quali la perdita dei denti ed infezioni assai serie. 

 

     

   dente-sano-e-dente-cariato

Nella fase iniziale dell'infezione, la carie non presenta sintomi finché i battieri non si spingono fino in profondità originando problematiche quali mal di denti, alitosi ipersensibilità dentinale.  Essa colpisce generalmente i molari, i premolari e gli incisivi superiori e si sviluppa negli insterstizi dentali laddove è più complicata la rimozione dei residui di cibo con lo spazzolino. Uno strumento fondamentale per cercare di contrastare l'insorgenza della carie è il filo interdentale, che permette la corretta eliminazione dei residui di cibo in modo più agevole. Vi è una correlazione oggettiva tra la salute del sorriso e i cibi che i denti sono chiamati a masticare e che è possono favorire o prevenire l'insorgenza della formazione della carie. Essi si dividono in cariogeni, cariostaticianticariogeni.

 

alimentazione-e-carie

 

 

 

I cibi cariogeni  (come ad esempio agrumi, cereali e bevande dolci) danneggiano i denti in quanto sono causa dell'erosione dello smalto, farovendo così la proliferazione batterica responsabile della carie ed hanno un elevato contenuto di zuccheri semplici; i cibi cariostatici (carne, pesce, uova e quasi tutte le verdure) sono neutri. Per tale ragione, anche in assenza di una corretta igiene orale, aiutano a proteggere i denti; i cibi anticariogeni (latte, formaggi stagionati o frutta secca) aiutano a contrastare l'insorgenza della carie, favorendo lo sviluppo di batteri benefici. 

 

Riproduzione riservata ® 

 

 

 

 

 

Se l'articolo ti è piaciuto condivilo: